MUSICA di Repubblica

“Storcano pure il naso, i puristi della conservazione. Ma è attraverso la contaminazione dei codici sonori contemporanei che l'immenso patrimonio della nostra tradizione folk può trarre linfa per sopravvivere ai morsi del tempo. In questa frontiera del suono sospeso nel tempo, i Nidi d'Arac occupano un posto di assoluto rilievo….pizzica tarantata battuta con inusitata energia sui groove ritmici campionati, la forsennata title track e il raggamuffin contagioso di “Balla sempre cchiù forte”, sono illuminanti…”


Flavio Brighenti

MUSICA di Repubblica - rubrica Cinquestelle

ghostpicture